Il mercato della casa in un anno di Covid
Il mercato della casa in un anno di Covid
Annalisa Motta
Consulente tecnico commerciale Puntocasa Network
mercoledì 24 marzo 2021

Il mercato della casa in un anno di Covid


Il 2020 un anno che tutti ci ricorderemo. Un virus si è insinuato nelle nostre vite silenziosamente e ha colpito l'ambito più importante per ognuno: la salute. Gli eventi che ne sono seguiti hanno provocato non solo una crisi sanitaria ed economica senza precedenti, ma hanno generato un profondo cambiamento nelle dinamiche delle compravendite immobiliari.

Nel bel mezzo del lockdown del 2020 avevamo ipotizzato come si sarebbe evoluta la scelta dell'abitazione a seguito degli eventi che erano in corso e della profonda incertezza rispetto alle previsioni future. Ora, a distanza di un anno, con una situazione ancora non risolta, possiamo tirare le prime somme per quanto riguarda il real estate.

Il mercato residenziale nell'anno che si è concluso, ha mostrato di aver resistito bene alla crisi generalizzata: è stato un settore dinamico e molto reattivo che ha recuperato l'inevitabile perdita di transazioni dei due mesi di lockdown, mettendo a segno nel terzo e quarto trimestre un incremento di transazioni del 3% e dell'8,8% (Dati Agenzia delle Entrate).

Un sondaggio condotto da Immobiliare.it, effettuato su un campione di 18.000 utenti, ha evidenziato che meno di una persona su tre (31,2%) ha pensato di rimandare l'acquisto. Dal sondaggio risulta inoltre che la quarantena potrebbe aver influito non solo sulla volontà di acquistare, ma anche e soprattutto sulla tipologia di casa ricercata.

Il fenomeno Covid infatti ha generato nuovi bisogni e ha fatto rivedere esigenze e priorità, riportando la casa di proprietà al centro dei desideri. Non solo. La casa in un solo anno ha mutato pelle, ha cambiato aspetto ed ha evidenziato nuovi modi di abitare per diventare un luogo di lavoro, di studio, di svago e di grande condivisione con la famiglia.

La pandemia ha di fatto accelerato alcuni trend che erano già presenti circa la scelta della nuova abitazione ed ha velocizzato le decisioni che erano ancora al vaglio di coloro che avevano intenzione di acquistare. 

Come sono cambiati i criteri di scelta della casa in un solo anno?

Le mutate esigenze hanno condotto ad una importante riflessione sul significato che deve avere la casa nelle nostre vite. La casa deve rispondere adeguatamente ai nuovi bisogni, deve essere eclettica e potersi trasformare facilmente, deve avere spazi all'aperto ed essere tecnologica.  Tutti abbiamo vissuto due mesi senza uscire dalle nostre abitazioni e per molti la casa è diventata un luogo di lavoro o di studio da oltre un anno. Questo ci ha resi consapevoli dei suoi difetti e delle sue mancanze e ci ha mossi alla ricerca di una soluzione nuova che potesse accogliere noi, la nostra famiglia e tutte le attività connesse.

Le 8 caratteristiche piu’ richieste da chi sta cercando casa

Abbiamo chiesto ai titolari ed agli agenti immobiliari del network Puntocasa quali fossero le caratteristiche più richieste dagli acquirenti in questo ultimo anno. Il quadro che ne è emerso è qui rappresentato dalle 8 principali caratteristiche richieste, che evidenziano la necessità di migliorare il proprio stile di vita:

1) UN LOCALE IN PIU'

Lavorare da casa e gestire lo spazio per lo studio dei figli ha generato la necessità di avere più spazio per poter organizzare luoghi dedicati al lavoro non dovendolo per forza ritagliare dal soggiorno o dalla camera da letto. Un locale in più e il secondo bagno sono tra le richieste più frequenti.

2) TAVERNE E SOTTOTETTI

Taverne e sottotetti sono vani accessori che sono tornati alla ribalta. Costano meno dei vani abitabili e sono molto pratici ed utili per organizzare meglio gli spazi dentro casa. Taverna e sottotetti possono essere destinati a locali per il lavoro da casa, per lo studio o per il gioco dei più piccoli senza dover rinunciare a preziosi spazi nei soggiorni e nelle camere da letto.

3) GIARDINO PRIVATO

Una tendenza che è in forte ascesa e che potrebbe segnare un cambiamento radicale nelle abitudini e negli interessi degli italiani è il desiderio di trascorrere sempre più tempo a contatto con la natura. Per questo motivo un giardino privato è un ottimo accessorio per trascorrere tempo all'aria aperta, per il gioco dei bambini e per coltivare piante e fiori direttamente fuori casa.

4) TERRAZZO

Con i mobili giusti e l'arredo verde i terrazzi sono molto apprezzati per pranzare fuori, passare tempo all'aria aperta e prendere il sole. E' forte la tendenza a volersi riappropriare di quel tempo intimo che ognuno di noi desidera per sé stesso e per la propria famiglia, da spendere in questi angoli di casa che possono essere davvero scenografici.

5) CASA NUOVA TECNOLOGICA E IN CLASSE A

Se la prossimità al luogo di lavoro non è più in cima alle priorità, l'aspetto tecnologico dell'abitazione ha assunto invece un ruolo fondamentale. Un collegamento alla rete stabile e veloce per lavorare e studiare da casa senza problemi, un buon isolamento acustico degli ambienti per gestire al meglio le attività di ognuno, gli ambienti luminosi da vivere, un comfort abitativo maggiore con ricambio controllato dell'aria anche nella stagione fredda sono qualità oggi molto richieste. Il mercato delle abitazioni nuove ha registrato buonissime performance nel 2020: i contesti di qualità sia dal punto di vista progettuale che tecnologico hanno ricevuto molto interesse, con un numero di vendite superiore a qualsiasi attesa.

6)  CASA AMPIA DA RISTRUTTURARE CON BENEFICI FISCALI

Il desiderio di più spazio associato agli interessanti benefici fiscali per le ristrutturazioni e l'efficientamento energetico, hanno spinto molti all'acquisto di case da ristrutturare. Molte sono state le richieste di abitazioni datate e indipendenti come le classiche villette anni '60.

7) FUORI DALLA CITTA'

In questo periodo molte aziende hanno incentivato il lavoro agile: una scelta a volte obbligata e spesso dovuta alla difficoltà di muoversi con i mezzi in città, ma anche dalla necessità di gestire i bambini a casa in seguito alla chiusura delle scuole. Lo smart-working si è rivelato una buona soluzione per molte realtà aziendali, molte imprese infatti stanno pensando di adottare in maniera permanente questa modalità di lavoro.
Di conseguenza, è intuibile la scelta di volersi allontanare dai centri urbani, preferendo la vita della provincia a quella del centro città con la possibilità, agli stessi prezzi, di acquistare più metri quadrati. A prova di questo, fin dallo scorso anno vi è stato un netto calo delle ricerche immobiliari nelle grandi città come Milano e Roma, che hanno lasciato spazio alla ricerca di case nei piccoli centri urbani.

8) SERVIZI A PORTATA DI MANO

E' vero che la tendenza è quella di uscire dalla città per riavvicinarsi alla natura e potersi così permettere più spazio vivibile in casa, ma la vicinanza ai servizi è rimasta una richiesta molto forte: le scuole, i mezzi di trasporto e i principali negozi devono essere in prossimità.

Affidati agli agenti Puntocasa per trovare la casa giusta per te!



PUNTOCASA NETWORK Srl
Via del Torchio 1- 20871 Vimercate MB - Italy
Email: info@puntocasa.net