Come cambierà la scelta della casa dopo il coronavirus
Come cambierà la scelta della casa dopo il coronavirus
Annalisa Motta
Consulente tecnico commerciale Puntocasa Network
lunedì 20 aprile 2020

Come cambierà la scelta della casa dopo il coronavirus


La nostra casa, l’ambiente in cui viviamo rappresenta il luogo dove vive ed interagisce il nostro nucleo fondamentale, la nostra famiglia. E’ il luogo dal quale ci aspettiamo benessere, comfort, tranquillità e sicurezza.

Questa vuole essere una riflessione sul rapporto che esiste fra noi e la nostra casa, osservando come cambiano le esigenze e i desideri sulla base di eventi ordinari come l’avanzare dell’età o la nascita di figli e sulla base di eventi straordinari come ad esempio l’attuale emergenza sanitaria, che ha costretto tutti a rivedere la propria organizzazione domestica in termini di spazio e di gestione.

Se le esigenze sono cambiate, come cambieranno i criteri di scelta della nostra futura casa?

Molto spesso pensare alla casa che vorremmo significa studiarne le funzioni, definire l’uso dei locali, scegliere dimensioni ed arredi, soffermarci sull'estetica dei materiali e sui colori. Ma tutto questo non basta: dobbiamo riflettere sui significati che la casa ha per noi e pensare con attenzione alle esigenze che magari sono mutate. La casa come deve rispondere ai nostri bisogni? Come ci deve sostenere in modo adeguato? con il passare del tempo avrà bisogno di qualche cambiamento? cosa possiamo fare perché la nostra nuova casa sia adatta alle nuove esigenze?

La nostra nuova casa deve tenere conto di tre aspetti fondamentali:

  • ricordare il nostro passato e sentire che esso ci appartiene, conservando e rimodellando le funzioni degli ambienti che abbiamo apprezzato e che ci sono state utili
  • riflettere con attenzione sul presente, studiando e migliorando la qualità di vita di tutti i giorni, coniugando le nuove esigenze coi nostri desideri per trascorrere il tempo libero, adeguando di conseguenza gli spazi, utilizzando i materiali, gli arredi e le tecnologie più idonee;
  • pensare con consapevolezza al futuro, mettendo in atto accorgimenti in grado di massimizzare la nostra sicurezza e  rendere pratico, piacevole  e confortevole il suo utilizzo ridefinendo la progettazione degli spazi ed implementando l’impiantistica

Questi momenti difficili hanno messo in luce ciò che non funziona nelle nostre attuali abitazioni, pensiamo che avremmo dovuto fare scelte diverse nella suddivisione degli spazi o che avremmo dovuto acquistare qualche metro quadro in più: proprio queste nuove consapevolezze stabiliranno criteri di scelta differenti per la nostra futura casa. 

Spazi mobili

In ambito di progettazione degli interni nasceranno nuove idee per sfruttare al meglio gli spazi, si penseranno ambienti eclettici capaci di cambiare forma e destinazione con poche mosse, locali interconnessi che però si possano adattare facilmente a situazioni differenti con ambienti mutevoli. E allora la zona giorno sarà progettata per potersi suddividere in due o più spazi a seconda della sua dimensione, con l’inserimento di pareti mobili o grandi porte a scorrere, così come la camera dei figli dovrà essere pensata per ospitare separate zone per lo studio e per il gioco.

Ricavare un secondo bagno, se pur piccolo, diverrà una sfida per gli architetti in un momento che ci ha insegnato che a volte dobbiamo separare alcune attività anche in casa. Pensiamo a chi oggi svolge lavori a rischio e che ha bisogno di ambienti riservati per igienizzarsi prima di mettersi in contatto con la famiglia, oppure a chi ospita un famigliare anziano a casa.

Il valore di balconi, terrazzi e giardini

Alcuni vani considerati “accessori” verranno rispolverati, riadattati e valorizzati risalendo di qualche posizione la classifica della loro desiderabilità. Quanto avremmo voluto scegliere una cantina o un sottotetto più grande, rifinirli meglio e dotarli di impiantistica! Oggi avremmo uno spazio in più per lavorare in tranquillità, una piccola palestra o una zona hobby proprio sotto o sopra casa.

Anche un box più grande o soppalcabile sarà molto apprezzato, uno spazio in più che consente di ricoverare ciò che non serve avere sempre sottomano e libera spazio in casa, superfici che potremo utilizzare in modo più utile ed intelligente.

Il terrazzo, già considerato un accessorio molto apprezzato, verrà messo in cima alle caratteristiche “top” della futura casa. Se abbastanza ampio, il terrazzo consente di passare più tempo all’aria aperta dedicandosi alle nostre piante, può ospitare una postazione di lavoro nelle ore della giornata più adatte o rendere possibile pranzare fuori quando “fuori” non ci possiamo andare.

Anche il giardino privato, destinato oggi solo agli amanti del giardinaggio, aumenterà la sua attrattiva. Uno spazio dove i bambini possono sfogare la loro inesauribile energia o dove possiamo prendere un po’ di sole o ancora dilettarci col giardinaggio o con l’orticoltura. Privacy, verde e sole danno un grande aiuto al nostro benessere.

Il giardinaggio e l’orticoltura sono infatti hobby che possono anche trasformarsi in un’attività capace di rafforzare il nostro equilibrio mentale e la nostra salute in generale, tanto da essersi conquistati l’appellativo di giardino terapia e orto terapia. Non è poi così importante che giardino o terrazzo abbiamo una grande dimensione, perché anche pochi metri quadrati possono essere il luogo giusto dove passare un po’ di tempo libero a curare piante, fiori o piccole colture per poi goderne i benefici.

Una casa tecnologica

Anche l’interesse verso la smart home sarà altissimo. Nell’ambito delle abitazioni di nuova costruzione sarà considerato un elemento veicolante nella scelta di acquisto e nell’ambito di quelle “usate” saranno oggetto di valutazione le possibili implementazioni sugli impianti esistenti. La casa insomma avrà ruolo fondamentale per rimanere connessi anche rimanendo tra le mura domestiche migliorando la qualità della vita, semplificando la gestione degli impianti per ottenere una riduzione dei costi, l’aumento della sicurezza e la funzionalità di tutte le apparecchiature e dei sistemi legati all’abitazione.

La "casa intelligente" sarà quindi di grande aspirazione, con ambienti progettati ed attrezzati tecnologicamente che mettono a disposizione dei suoi abitanti impianti che vanno oltre il "tradizionale", dove le apparecchiature e sistemi sono in grado di svolgere funzioni parzialmente autonome o programmabili dall'utente.

Il contesto condominiale

Grande attenzione sarà rivolta anche agli spazi ed ai servizi comuni condominiali come locali per ricovero biciclette e passeggini, locali palestra, piscina, giardini, serre ed orti.  Tutti spazi che liberano metri quadrati all’interno delle abitazioni, oggi più che mai importanti e che consentono attività ricreative capaci di trasformare un normale appartamento in un’abitazione contemporanea che si apre verso l’esterno e consente attività ricreative e green con tutta la famiglia.

Mentre progettiamo e pensiamo la nostra futura dimora… restiamo a casa proteggendo noi e la nostra famiglia, andrà tutto bene!

 

Vorresti una casa con giardino o terrazzo? Guarda le nostre proposte immobiliari



PUNTOCASA NETWORK Srl
Via del Torchio 1- 20871 Vimercate MB - Italy
Email: info@puntocasa.net